Gestione dei social network del tuo ristorante. Il cibo è il trend del momento: lo sanno tutti, basta navigare anche soltanto un po’ su internet. I canali TV che trasmettono programmi di cucina stanno vivendo un particolare momento di popolarità, i siti web di ricette sono senza dubbio tra i più cliccati. La buona tavola è diventata un autentico cult, non tanto una moda quanto un vero e proprio credo. Ciò significa che tutti vogliono improvvisarsi chef, promuovere il proprio ristorante, affermarsi in questo caos di cuochi e pietanze.

In un settore così diffuso, tuttavia, non è facile emergere. La concorrenza è vasta, tanto che a volte i clienti hanno difficoltà nella scelta del locale giusto.
Cosa potrebbe fare, quindi, la differenza?
La risposta è semplice: una promozione efficace.

I social network, al giorno d’oggi, rappresentano la soluzione a tutte le scelte del cliente. Tramite essi è possibile far conoscere qualsiasi prodotto, così che si passi di follower in follower in quella che è una vera e propria catena del passaparola. Facebook, Youtube e Instagram sono i social più famosi, senza dimenticare l’onnipresente TripAdvisor.

Ognuno di questi strumenti va utilizzato con criterio, in modo da guadagnarsi visualizzazioni e, di conseguenza, visibilità. Noi di Ke Risto vi forniremo dei suggerimenti pratici, che rappresentano la base su cui costruire una campagna incisiva.

Gestione dei Social Network: alcuni consigli

Iniziamo con qualche consiglio per una valida gestione social. Esiste una figura ben precisa che si occupa di un compito tanto cruciale, ovvero quella del Social Media Manager per Ristoranti, Pizzerie e Paninoteche.
Sì, perché per rendere noti ristoranti, bar e pizzerie sul web è fondamentale adottare una proficua strategia di marketing.

Non si tratta solo di cosa postare, ma anche di quando, come, perché. Le potenzialità di internet sono infinite, ed è proprio per questo che bisogna distinguersi dagli altri e coinvolgere i visitatori con qualcosa di innovativo. Attenzione però: essere originali non significa strafare, anzi, una prima regola da seguire consiste proprio nell’evitare qualsiasi forma di esagerazione.

Meglio pubblicare sui social una sola foto di qualità che tante inutili

Meglio una sola foto, ma di qualità, che dieci immagini di piatti simili tra loro. Se l’utente decide di approfondire, avrà a disposizione un’intera sezione del sito dedicata al menù. Il problema, soprattutto per i locali di recente apertura, è attirare la sua attenzione.

Un’altra raccomandazione: è opportuno creare, con i clienti, un rapporto di fiducia anche tramite i social. Non postate mai foto di cibi che in realtà non offrite, fate in modo che le immagini rese pubbliche siano accattivanti ma sincere. Un locale, nella “galleria”, deve apparire bello, ma non più bello di come in effetti è. Il rischio delusione è sempre in agguato, ma con una pagina social totalmente limpida non correrete questo pericolo.

Pubblica solo immagini sincere

Avere una relazione di fiducia con la clientela vuol dire anche gestire nella maniera corretta le critiche. La sezione dedicata ai commenti includerà con ogni probabilità dei pareri negativi, da parte di persone che non si sono trovate bene o che vogliono semplicemente creare disturbo. Questi sono i cosiddetti troll, uno dei crucci di coloro che svolgono questo lavoro. La soluzione, comunque, è rispondere sempre: repliche brevi, cortesi e obiettive, senza lasciare mai che il discorso degeneri.

Rispondi sempre alle recensioni

Uno dei social network più popolari, se non addirittura il più popolare, è Facebook. Non è facile risultare ai primi posti nel flusso delle bacheche, anche perché attualmente quasi tutti hanno una pagina Facebook e l’algoritmo che ne determina la visibilità è segreto. Può essere tuttavia utile seguire alcuni consigli, primo fra tutti quello di favorire le interazioni tra coloro che hanno messo il like alla pagina. Tasti come Mi piace, Commenta e Condividi sono essenziali per la diffusione delle notizie. È importante, inoltre, rispondere con rapidità ai messaggi privati, mostrando così una presenza costante.

Non dimenticate di scegliere il titolo adatto per la pagina, possibilmente il nome del locale, nulla di più. In questo modo rispetterete le norme SEO e avrete più possibilità di piazzarvi ai primi posti nelle ricerche su Google (anche se questo è un argomento più approfondito). Ricordatevi di inserire gli orari di apertura e di chiusura, i contatti, l’indirizzo preciso, affinché le prenotazioni e le richieste di informazioni siano agevoli e tempestive.

I contenuti vanno organizzati con estrema cura: questo vale, ovviamente, anche per le foto, che siano dei piatti, del personale, degli eventi allestiti nel corso del tempo. Qualche immagine dei dipendenti che operano in cucina favorisce il rapporto con il cliente e contribuisce a suggerire sensazioni di fiducia e familiarità.

Un altro social network, ossia Instagram, risponde pienamente all’esigenza di “visual” che da un po’ di tempo contraddistingue il marketing. Esso, più di Facebook, è basato sull’immediatezza delle foto e sull’impatto visivo. Secondo una recente ricerca, questo social è oggi molto diffuso tra i ragazzi di età compresa tra i 15 e i 23 anni: se gestite un ristorante o una pizzeria, l’utilizzo di Instagram è indispensabile per attirare il pubblico più giovane.

Utilizzate Instagram per un target più giovane

Postate immagini delle pietanze, della facciata e dell’interno del locale, del personale e, perché no, anche dei clienti. Create un hashtag apposito per la vostra attività e proponete dei contest tra gli utenti, finalizzati alla pubblicazione delle foto più belle. Sfruttate le storie per incentivare le interazioni tra i follower; fate in modo che i contenuti non si ripetano.

Twitter è invece impiegato in misura minore nel mondo del food marketing, poiché non è usato da tutti e consente meno di puntare sul potere delle immagini. Il social in oggetto è ottimo invece per la veloce diffusione delle news, ad esempio serate a tema, integrazioni nel menù, particolari sconti e promozioni. I tweet devono essere smart, immediati, rapidi, mai prolissi. Mettete subito in evidenza la novità senza fronzoli e non dilungatevi in particolari inutili. Ricordate che il primo passo consiste nell’attirare il cliente, per poi fornire tutte le informazioni necessarie.

Chi gestisce un’attività di ristorazione non può non avere una pagina su TripAdvisor. La vera forza, in questo caso, sono gli utenti: questo social si basa sulle opinioni, sulle foto e sulle recensioni della clientela. Molti, dovendo decidere dove pranzare, si affidano proprio ai pareri di TripAdvisor.

TripAdvisor: la tua web reputation conta tantissimo

Capirete bene quanto sia importante proporre un’immagine del locale seria, professionale e accogliente, facendo in modo da rispondere con gentilezza a tutte le eventuali critiche. La sezione dei commenti negativi ha spesso più peso rispetto a quella delle recensioni positive, ma se saprete smontare con intelligenza ogni rimprovero migliorerete facilmente l’immagine del ristorante. Qualora non abbiate il tempo materiale di rispondere a tutti, designate la persona più adatta a questo compito. Non trascurate mai il valore del team e circondatevi di persone efficienti, desiderose di imparare. In merito a questo vi invitiamo a scaricare se non lo avete già fatto il nostro ebook RECENSIONE POSITIVA

Leggi l’ebook RECENSIONE POSITIVA

Il food marketing e la gestione dei canali social per un ristoratore si fondano su una continua esigenza di rinnovamento e di aggiornamento. Il mondo di internet è in continua trasformazione ed è essenziale rimanere al passo con i tempi. Studiate sempre, migliorate la vostra preparazione, rivolgetevi a persone esperte che sappiano comprendere insieme a voi cosa è meglio per il vostro ristorante.

Prima di procedere, definite con cura il target: quali tipologie di persone mirate ad attirare? Le coppie, le famiglie, le comitive? I vegetariani, i celiaci, gli amanti della carne, del pesce, della pizza? A seconda del pubblico bisogna delineare offerte adeguate e pubblicizzarle periodicamente, senza ricorrere allo spam. L’aspetto grafico è fondamentale, il che significa utilizzare brevi frasi a effetto, grassetti, corsivi, testo colorato e corredato da immagini.

Ancora una volta, l’importante è non strafare. Un professionista del settore sarà in grado di fornirvi la consulenza adatta alle vostre esigenze, elaborando così la strategia di marketing vincente per far conoscere e apprezzare in rete il vostro locale.

? PARLA CON GIANNI ?

Compila il form per ricevere in automatico la nostra presentazione pdf con tutte le informazioni dei servizi. Lascia anche un tuo recapito telefonico e il nostro responsabile ti chiamerà il prima possibile per approfondire la tua richiesta.

Inserisci il telefono e parli direttamente con il nostro responsabile